I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino 2-2-2019 Il tuo servo

Sabato 2-2-2019 (Lc 2,22-40)

Se ricordo bene, non ho mai sentito dire da una persona anziana sazia di anni e in buona salute: "Lascia, o Signore, che il tuo servo vada in pace!" Mesi fa un prete anziano mi confidava con molta sincerità: "Più si vive, più si vuole vivere!" La grande mistica Santa Teresa D’Avila, ad ogni ora che passava, esclamava: "Che bello! Un'altra ora della vita terrena è passata. Sono più vicina al Paradiso". La morte è davvero un grande mistero. Il tempo che passa mette l'uomo nell'angoscia. Soprattutto l'uomo che non ha visto e non ha fatto l'esperienza della salvezza di Gesù Cristo. Simeone, dopo aver visto il Salvatore, chiede al Signore di lasciare la scena di questo mondo. Chi ogni giorno vede e gusta la presenza di Dio non è sopraffato dalla paura della morte. Simeone ha visto il Salvatore nel tempio, che è il luogo della Verità. Il Tempio è il luogo della Verità perché è luogo della preghiera. La vera preghiera purifica i nostri occhi, ovviamente gli occhi dello spirito. Beati quelli che hanno gli occhi puri perché vedranno e gusteranno Dio ovunque vadano e in qualunque circostanza.
Simeone, spinto dalla speranza, è stato costante nella sua richiesta. Non aveva mai smesso di desiderare e di vedere la salvezza d'Israele.
Vuoi fare l'esperienza della tenerezza e misericordia di Dio? Non allontanarti dal tempio della preghiera. Quando lo Spirito ti suggerisce di aprire il tuo cuore alla preghiera, accogli subito il suggerimento, anche se è solo un gemito. Pregare è vivere alla presenza di Dio. Quando si riesce a vivere alla presenza di Dio, si vive in pace con se stesso e con gli altri. Questa pace interiore ti toglie la paura della morte perché vivere in e con Dio è pregustare il Paradiso. Ecco perché san Filippo Neri esclamava spesso: "O Paradiso o Paradiso!". Chi ha paura del tempo che passa è la persona che non è in pace con Dio, con se stesso e con il prossimo.
La Chiesa primitiva pregava spesso dicendo: "Vieni, Signore Gesù!" Mossi dallo Spirito, Cominciamo anche noi a pregare con questo gemito. Amen. Alleluia.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)
Per la Quaresima un libro di p. Lorenzo: La croce della evangelizzazione. Per richiederlo, telefonare ai seguenti numeri: 331 3347521‬ - 3493165354.

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2018 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search