I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Un granellino di senape

Il Granellino di senape - Ho perso un amico

Il Granellino di senape - Ho perso un amico - venerdì 24-5-2019 

(Gv 15,12-17) - "Voi siete miei amici se fate quello che io vi dico", dice Gesù. A quale amico, oggi, stai obbedendo? Una volta un uomo mi disse: "Padre, ho perso un amico perché mi chiese di fare una testimonianza falsa in suo favore ed io mi sono rifiutato perché era contro il modo di seguire Gesù".
Spesso ci sono alcune ragazze che mi dicono di avere rapporti prematrimoniali perché, se non lo facessero, verrebbero lasciate dal loro fidanzato. Non nascondo il fatto che spesso alcune, nonostante si siano consacrate anima e corpo al loro fidanzato, vengono lasciate e abbondonate.
Prima di essere amico di una persona, bisogna essere amico della Verità. "Io sono la Verità", tuona Gesù. La Verità non è nella filosofia, nella psicologia, nella politica, nella sociologia o nelle religioni che sono il prodotto della mente umana.
Maledetto l'uomo che confida nell'uomo, ci ricorda la Sacra Scrittura.
Spesso capita che, mentre qualcuno ti dice che ti è amico, nel suo cuore sta meditando come tradirti. Sono convinto che, se mille uomini dicono di esserti amici, solo dieci ti sono realmente amici. Non sono pessimista: è la realtà della vita quotidiana. La Sacra Scrittura insegna: "Se hai mille amici, apri il tuo cuore a uno solo" C'è un solo amico nella tua vita ed è Gesù. Quello che ti dice fallo. Se metterai in pratica i suoi insegnamenti, precetti e consigli, Gesù, il Signore del cielo e della terra, ti darà tutto il suo cuore. Quello che è suo è anche tuo. Egli che è Dio ti chiamerà a sedere a mensa con Lui. Anzi, farà di più per te: si metterà il grembiule e ti servirà. Il Signore del cielo e della terra diventerà tuo servo.
E dirò di più: Gesù che è morto e risorto per il perdono dei miei e tuoi peccati, sarà sottomesso ai tuoi comandi. Qualunque cosa gli chiederai te la concederà. Così Gesù ama i suoi amici.
Gesù si compiace di quelli gli obbediscono con gioia. E si compiace soprattutto di quelli che fanno conoscere al mondo la sua salvezza e la sua misericordia.
ALLELUIA. ALLELUIA.
(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)

Seguici su

Seguici sui Social

Questo sito non è una testata giornalistica, viene aggiornato senza periodicità definita. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948.
© 2019 Murialdo Sicilia. All Rights Reserved.Development by G.M. e C.A.B.

Search